imbianchino Milano

Quando ci si appresta a dipingere le pareti nude di una stanza la prima cosa che salta in mente è il colore. Ma la verità è che scegliere un colore è in realtà secondaria rispetto a un’attività meno conosciuta ma altrettanto importante: scegliere il giusto tipo di pittura per le tue esigenze. Quindi, comprendere le principali differenze tra l’idropittura lavabile e la pittura a tempera. Come? Grazie a https://www.imbianchinomilano.org/

È importante comprendere le differenze tra i tipi di pittura al fine di scegliere quale sia la migliore per la tua casa. Le varie componenti che compongono una pittura, ad esempio a base di olio o acqua, possono influire sul colore complessivo.

E anche sul modo in cui aderisce a una superficie e appare nel tempo. Quindi è importante valutare questi dettagli di pre-pittura per aggiornare una stanza con risultati duraturi. Non preoccuparti, però, non se da solo. Imbianchino Milano analizza cosa tenere a mente per il tuo progetto e cosa renderà l’intero processo molto più efficiente.

Cosa sapere prima di andare in negozio

Individua l’attuale tipo di pittura presente sui muri. A volte solo conoscere la formula della pittura esistente su una superficie ti aiuterà a selezionare quella nuova. Se non sai se la pittura esistente è a base di olio o di acqua, allora pulisci la superficie con alcool denaturato. Se lo straccio raccoglie la vernice, è a base d’acqua. Se nessuna vernice si sfrega sullo straccio, probabilmente è a base di olio.

Determina il livello di durabilità che ti serve. In genere, gli imbianchini esperti usano un mix di tipi di pittura per la massima durata, a seconda di ciò che dipingono.  Decidi quanto spesso pensi di dipingere. Oltre alla durata, considera quanto è probabile che tu decida di cambiare il colore della superficie. Le aree come porte interne, profili e modanature ricevono più comunemente una variazione di neutra o bianca. Le pareti di solito ottengono più colore.

Pesa le tue opzioni di lucentezza. I riflessi indicano quanto sia lucida una pittura allo stato asciutto. Le vernici lucide sono più brillanti e riflettono più luce, ma le vernici opache diffondono la luce per rendere la superficie meno lucida. Le pitture riflettenti, come il raso e il semilucido, si puliscono facilmente ma mostrano più imperfezioni sul muro.

Le pitture non riflettenti mostrano meno imperfezioni ma non sono in genere facili da pulire. Nel complesso, le finiture opache sono buone per le aree a basso traffico come le camere da letto. Di contro, le finiture lucide sono migliori per le aree ad alto traffico come cucine o bagni.

Le principali differenze tra l’idropittura lavabile e la pittura a tempera

L‘idropittura lavabile è costituita da un pigmento e un legante con acqua utilizzata come supporto. Si tratta dell’opzione di verniciatura più comune e rispettosa dell’ambiente. Fornisce un’ottima ritenzione del colore nel tempo, si asciuga più velocemente rispetto alle alternative e produce meno odore. E infine, le vernici a base d’acqua possono in genere essere utilizzate su vernici a base di olio esistenti: non è vero il contrario.

Poiché le vernici a base d’acqua mantengono il loro colore più a lungo delle alternative, sono consigliate per pareti esterne. Ma anche a pareti interne che presentano molta umidità, come cucine, bagni e lavanderie.

La pittura a tempera contiene oli naturali, come l’olio di semi di lino, o un alchide sintetico. Essa è costituita da un pigmento e una resina in un diluente solvente. Quando il diluente evapora, la resina forma un rivestimento duro. I pittori dovrebbero usare una vernice a base di olio per qualsiasi superficie in cui vogliono che la finitura duri a lungo e non hanno intenzione di cambiare spesso il colore.

Le vernici a base di olio sono estremamente resistenti e possono resistere al contatto di routine, rendendole ideali per modanature e finiture. E poiché la resina di una vernice a base di olio crea un rivestimento duro che non è traspirante, quest’ opzione resiste a macchie e ruggine nel tempo. Tieni presente, tuttavia, che le vernici a base di olio hanno un odore più forte rispetto alle vernici a base d’acqua e impiegheranno più tempo ad asciugare. Sono anche più difficili da pulire.